Fashion News:

L'autunno di Maria Grazia Chiuri

Porre l’arte al centro della propria vita. Esprimere la propria personalità attraverso una serie di gesti che segnano i ricordi. Essere indimenticabili.

È nel XIX secolo, nel cuore della grande e moderna Parigi, luogo di libertà e di attrazione per gli artisti e gli intellettuali descritti da Charles Baudelaire e più tardi da Walter Benjamin, che l’abbigliamento diventa per la prima volta una componente essenziale dell’espressione della propria personalità, tanto per gli uomini quanto per le donne.

Sono dapprima i bohémien, con il loro modo di vestirsi, a esprimere la loro indipendenza. La loro vita spinge il romanticismo all’estremo, a metà strada tra opera d’arte e performance. Proprio come i Beautiful Losers di Aaron Rose e Joshua Leonard, questi neo-bohémien della Los Angeles odierna per i quali nulla ha importanza, si oppongono all’arte dominante e prendono parte a nuove forme di street art, intrise di protesta e misticismo.

Maria Grazia Chiuri, direttrice artistica delle collezioni femminili della Maison Dior, si è ispirata a questi temi per disegnare la collezione autunno 2017, tenendo a mente questa nuova generazione di donne che si adattano al ritmo della città contemporanea, ben decise ad affermare la loro unicità. Da questa circolarità piena d’inventiva, da questo modo di vedere le cose retrospettivamente e di avanzare con un vagabondaggio continuo che si ritrova al tempo stesso nella moda e nell’arte, da questo modo di riunire in modo analogico e lungi da qualsiasi logica gli elementi più diversi (stili, corpi, muscolature, oggetti, grida, parole, segni, colori, posture) è nata una serie di creazioni da comporre e ricomporre in uno stile sempre personale. 

Share :
Well done! Now you can subscribe our newsletter click here for registering.